WHEY & RIDUZIONE APPETITO?? POSSIBILE??

 Le proteine del siero del latte si sono dimostrate utili per favorire la riduzione dell’introito calorico a breve termine, probabilmente in maniera proporzionale al loro rapido tasso di assorbimento.

La sazietà è un termine usato per descrivere la sensazione di pienezza che sperimentiamo dopo aver mangiato un pasto.

È l’opposto dell’appetito e della fame.

Alcuni alimenti sono più sazianti di altri. L’effetto dipende anche dalla composizione dei macronutrienti ( Proteine ,carboidrati, grassi) .

La proteina ha di gran lunga un potere saziante maggiore degli altri due macronutrienti

Tuttavia, non tutte le proteine hanno lo stesso effetto sulla sazietà. Le proteine del siero sembrano essere più valide rispetto ad altri tipi di proteine, come caseina e soia

Queste proprietà le rendono particolarmente utile per coloro che hanno bisogno di mangiare meno calorie e perdere peso.

RIDUZIONE APPETITO: Oltre ai rinomati benefici riguardo lo stimolo della sintesi proteica e le varie proprietà salutistiche, le proteine del siero del latte si sono dimostrate utili per la riduzione dell'introito calorico a breve termine (saziamento),ad esempio utilizzandole prima di un pasto ad-libitum,rendendole un possibile coadiuvante delle fasi rivolte al dimagrimento/perdita di massa grassa.
L'effetto in acuto a seguito dell'ingestione è in linea con il loro rapido tasso d'assorbimento, 

 RIDUZIONE APPETITO:Calmare la fame sì, ma non c’è ancora una evidenza scientifica certa di una “classifica” di fonti proteiche che calmano di più l’appetito.                                                 

Il più importante fattore determinante per la qualità proteica è la composizione in amminoacidi.

Le proteine del siero del latte posseggono un elevato contenuto in amminoacidi essenziali e a catena ramificata (BCAA), cosa che probabilmente le rende molto efficienti nel promuovere una valida sintesi proteica. Per questo vengono identificate come le proteine più utili per calmare la fame..

Proteine del Siero del Latte – più Amminoacidi Ramificati

Molte sono le frazioni proteiche con notevole attività biologica contenute nelle proteine del siero del latte (che in rete sono note con il loro nome in inglese e cioè Whey Protein – WP). L’elevato contenuto di amminoacidi ramificati consente alle WP di stimolare una buona produzione di colecistochinina, un ormone intestinale che invia ai centri regolatori della fame/sazietà il segnale di sazietà.

Anche il contenuto in amminoacidi essenziali ramificati e non (leucina, lisina, triptofano) contribuisce all’effetto saziante delle WP.

In particolare il triptofano è il precursore del neuro-trasmettitore serotonina che agisce come un segnale di sazietà sui centri cerebrali della regolazione dell’appetito. Inoltre, è stato osservato, utilizzando delle scale visive analogiche per valutare il grado di sazietà o anche mediante assunzione energetica a volontà, che le WP aumentano il grado di sazietà più che le proteine del tonno, del tacchino e delle uova. 

 RIDUZIONE APPETITO:Alla luce di quanto esposto sarebbe quindi più corretto considerare le proteine del siero del latte, le whey, non come un semplice integratore alimentare, quanto piuttosto come un possibile “functional food”, da utilizzare come coadiuvante delle fasi di mantenimento e perdita di peso nonché per il controllo dell’appetito.

Stefano NiccolaiComment