SOGGETTO IPERLIPOGENITO vs IPOLIPOLITICO

Cercherò di  farvi capire un attimo le principali differenze tra il soggetto Iperlipogenetico e Ipolipolitico
IPERLIPOGENETICO ... accumula adipe nella parte centrale e superiore del corpo,ha un buon metabolismo, di solito tendono ad ingrassare perché mangiano troppi cibi grassi , quando invece si mettono a regime hanno una buona capacità di dimagrimento. 
Di solito hanno la conformazione a mela quindi più robusti sopra con la faccia tonda e nelle donne hanno il seno abbondante e fianchi abbastanza stretti, vien da sé che tendono ad ingrassare dalla vita in su ..
Prediligono cibi salati,grassi ....
Di norma è energetico non soffre il freddo...ha una scarsa flessibilità ma è molto forte.
Le ghiandole dominanti sono le surrenali....biotipo più diffuso nel sesso maschile ma si trova anche nel gentil sesso.
Data la dominanza delle surrenali produce molto, troppo cortisolo che favorisce l'aumento del grasso stimolando l'insulina..... viceversa l'azione catabolica delle proteine del cortisolo" regala"la conformazione sottile degli arti  😥 con poco trofismo.
se invece le surrenali producessero anche ormoni androgeni allora gli arti inferiori avrebbero un buon trofismo muscolare.
Questo biotipo deve cercare di rallentare le surrenali stimolando la tiroide introducendo carboidrati a sufficienza.....abbassando così la produzione del cortisolo.
 IPOLIPOLITICO.....classica forma a pera con fianchi e glutei abbondanti e la parte superiore sottile.
Tende ad accumulare adipe sulla parte inferiore del corpo, predilige zuccheri e dolci in genere.... è freddoloso molto resistente e dotato di grande energia.
Le ghiandole dominanti sono le Gonadi... diffuso sopratutto tra le donne ma si trova anche tra gli uomini con livelli alti di estrogeni.
Ha un metabolismo lento... prevale il sistema parasimpatico che stimola l'insulina.... nell' uomo è marcata la carenza di testosterone. 
Le gambe e le caviglie sono di norma gonfie a causa del metabolismo tiroideo rallentato.... idem polpacci grossi, dovuto agli estrogeni che producono un deficit tiroideo. 
Cosa fare quindi:.... nelle donne dobbiamo cercare di ridurre la produzione di estrogeni.... negli uomini bisogna aumentare la produzione testosteronica.
Il soggetto ginoide tende ad abbassare sempre troppo i carboidrati....che invece stimolerebbero il metabolismo tiroideo. 
Le diete iperproteiche non sono proprio il massimo perché soffrendo quasi sempre di problemi circolatori questo tipo di alimentazione aumenterebbe ulteriormente l'acidosi favorendo la ritenzione idrica e la cellulite.
Dobbiamo invece stimolare la funzione epatica...fondamentali quindi i grassi buoni.....non vanno eliminati!!!!!e un giusto apporto di carboidrati complessi.

Stefano NiccolaiComment