MODI DI ABBASSARE INDICE GLICEMICO AL CIBO

ABBASSARE L’INDICE GLICEMICO DEGLI ALIMENTI

Insulina un ormone potentissimo che determina anche il nostro benessere e lato estetico/fisico.

Per voi in modo molto sintetico elencherò dei metodi per ovviare in parte questo problema


Congelare i cibi: il congelamento abbassa l’indice glicemico. Possiamo farlo per i legumi, le preparazioni a base di patate, il pane.
Il raffreddamento e il successivo riscaldamento: questi passaggi diminuiscono l’indice glicemico perché modificano l’amido contenuto nei cibi. Possiamo farlo per legumi, pasta, patate, cereali, dolci, messi in frigo e riscaldati poi (o solo preparati la sera prima e tenuti in frigo).
La buccia: le patate hanno un indice glicemico minore se lessate con la buccia e intere. Poi possono essere utili come base per crocchette o gateau. Soprattutto se prima della cottura le teniamo in freezer per qualche ora. O in frigo.
 Mischiare una risorsa proteica, vegetale a basso IG, legumi o una grassa: la pasta (integrale) va sempre saltata in padella con olio e verdure, oppure mischiata a qualche condimento grasso (panna, burro, olio, noci) o proteico (parmigiano, tofu a cubetti, tonno, prosciutto, gamberetti) o ai legumi. Questa presenza a basso o a zero IG abbasserà il carico glicemico dell’intero pasto. Se è possibile mangiare verdura cruda prima o dopo il primo piatto.
 Un panino senza mollica: la crosta del pane ha un indice glicemico più basso della mollica. Se volete farvi un panino a basso IG, privatelo di tutta la mollica, poi farcitelo con proteine e verdure
 La pasta all’uovo ha un minore indice glicemico di quella bianca di semola
Il pane va tostato: al posto delle fette biscottare o delle gallette, tostatevi delle fette sottili di pane integrale. La tostatura abbassa l’indice glicemico.

Stefano NiccolaiComment